Bagno d'acqua_inscatolamento

Siete interessati a conservare gli alimenti ma non sapete da dove cominciare? Non cercate altro che le conserve a bagnomaria, un metodo semplice ed economico per conservare alimenti ad alta acidità come frutta, marmellate e sottaceti. In questo Guida per principiantiVi guideremo attraverso il processo di inscatolamento a bagnomaria e vi forniremo consigli e trucchi per garantire che il vostro cibo rimanga sicuro e delizioso.

Che cos'è l'inscatolamento a bagnomaria?

L'inscatolamento a bagnomaria è un metodo di conservazione degli alimenti in cui i barattoli riempiti di cibo vengono immersi in acqua bollente per un determinato periodo di tempo. Questo processo crea un sigillo sottovuoto che impedisce ai batteri di entrare nel barattolo e rovinare il cibo. La conservazione a bagnomaria è adatta per conservare alimenti ad alta acidità con un pH pari o inferiore a 4,6, tra cui la maggior parte della frutta, le marmellate, le gelatine e i sottaceti.

Attrezzatura necessaria per le conserve a bagno d'acqua

Prima di iniziare a preparare le conserve a bagnomaria, è necessario raccogliere un po' di attrezzatura. Ecco di cosa avrete bisogno:

Barattoli per conserve

Scegliete barattoli fatti appositamente per l'inscatolamento, con un coperchio in due parti che comprende un coperchio metallico piatto e una fascetta a vite. I barattoli Mason sono una scelta popolare, ma qualsiasi barattolo con un coperchio in due parti andrà bene.

Pentola a bagno d'acqua

Una conserva a bagnomaria è una grande pentola con un coperchio e una rastrelliera che si inserisce all'interno. La pentola è necessaria per tenere i barattoli in posizione e per portare l'acqua a ebollizione.

Imbuto per conserve

Un imbuto per conserve facilita il riempimento dei barattoli senza creare confusione.

Sollevatore di vasi

Il sollevatore di barattoli è uno strumento speciale utilizzato per sollevare i barattoli caldi dentro e fuori dal contenitore. È essenziale per prevenire le scottature.

Strumento per la rimozione delle bolle e lo spazio per la testa

Uno strumento per rimuovere le bolle d'aria e lo spazio di testa è uno strumento utilizzato per rimuovere le bolle d'aria dal barattolo e garantire la corretta quantità di spazio di testa.

Asciugamani da cucina

Avrete bisogno di asciugamani per asciugare i vasetti e per proteggere le mani dal calore.

Fasi per la conservazione a bagno d'acqua

Ora che avete l'attrezzatura, è il momento di iniziare a inscatolare. Seguite questi passaggi per assicurarvi un'esperienza di inscatolamento di successo:

Fase 1: preparazione dei barattoli e dei coperchi

Lavare i barattoli, i coperchi e le fascette in acqua calda e sapone e risciacquare accuratamente. Mettete i barattoli nella pentola e riempitela con acqua sufficiente a coprire i barattoli di circa 5 cm. Portare l'acqua a ebollizione e mantenerla calda fino al momento di riempire i barattoli.

Fase 2: Preparare il cibo

Preparate gli alimenti secondo una ricetta di fiducia, assicurandovi di seguire le pratiche di inscatolamento sicure. Riempite i barattoli con il cibo caldo, lasciando lo spazio consigliato.

Fase 3: Eliminare le bolle d'aria

Utilizzare un dispositivo di rimozione delle bolle d'aria e uno strumento per lo spazio di testa per rimuovere le bolle d'aria e garantire la corretta quantità di spazio di testa.

Fase 4: Pulire i bordi dei barattoli

Con un panno umido pulite i bordi del barattolo, rimuovendo qualsiasi cibo o liquido che possa interferire con la tenuta.

Fase 5: Posizionare i coperchi e le bande

Posizionare il coperchio piatto sopra il barattolo e fissarlo con una fascetta a vite, stringendola solo fino a incontrare resistenza.

Fase 6: Elaborazione dei vasetti

Con l'ausilio di un sollevatore di barattoli, posizionare i barattoli nella pentola, assicurandosi che siano coperti da almeno 5 cm d'acqua. Portare l'acqua a ebollizione completa e lavorare i barattoli per il tempo consigliato.

Fase 7: Rimuovere i barattoli

Con l'aiuto di un sollevatore di barattoli, rimuovete con cautela i barattoli dalla pentola e metteteli su un asciugamano a raffreddare. Assicuratevi che i barattoli siano distanziati e non si tocchino tra loro. Quando i barattoli si raffreddano, si sentirà un suono "ping", che indica che i barattoli si sono sigillati correttamente. Dopo 24 ore, controllate la tenuta premendo al centro di ogni coperchio. Se il coperchio non si muove, il barattolo è sigillato correttamente. Se invece si alza e si abbassa, il barattolo non si è sigillato correttamente e deve essere conservato in frigorifero e consumato entro pochi giorni.

Suggerimenti per una conservazione sicura in bagno d'acqua

Sebbene la conservazione a bagnomaria sia un processo semplice e diretto, è importante seguire pratiche di conservazione sicure per garantire che il cibo rimanga sicuro da mangiare. Ecco alcuni consigli per una conservazione sicura a bagnomaria:

Utilizzare ricette affidabili

Utilizzate sempre ricette affidabili provenienti da fonti autorevoli come l'USDA o Ball. Queste ricette sono testate per garantire la sicurezza e assicurano che il cibo rimanga sicuro e delizioso.

Controllare i livelli di pH

Le conserve a bagnomaria sono adatte a cibi ad alta acidità con un pH di 4,6 o inferiore. Usate un misuratore di pH o delle strisce reattive per controllare il livello di pH degli alimenti prima di inscatolarli.

Regolazione dell'altitudine

Se vivete ad alta quota, dovrete modificare i tempi di lavorazione per garantire la corretta conservazione degli alimenti.

Seguire i tempi di elaborazione

Seguite i tempi di lavorazione raccomandati per la vostra ricetta per garantire la corretta conservazione degli alimenti. I tempi di lavorazione variano a seconda dell'alimento da inscatolare e delle dimensioni dei barattoli.

Utilizzare attrezzature pulite

Assicuratevi che tutta l'attrezzatura sia pulita e priva di crepe o schegge che potrebbero interferire con la tenuta. Lavate i vasetti, i coperchi e le fascette in acqua calda e sapone e risciacquate accuratamente.

Non impilare due volte i barattoli

Non cercate di impilare i barattoli l'uno sull'altro nel contenitore. Questo può interferire con la distribuzione del calore e può causare una lavorazione insufficiente del cibo.

Conclusione

La conservazione a bagnomaria è un metodo semplice ed economico per conservare alimenti ad alta acidità come frutta, marmellate e sottaceti. Con l'attrezzatura giusta e alcune conoscenze di base sulle pratiche di conservazione sicure, potete conservare i vostri alimenti e gustarli tutto l'anno. Perché non provare a fare una conserva a bagnomaria? Sarete sorpresi di quanto sia facile.

Domande frequenti

  1. Quali alimenti possono essere inscatolati con il metodo del bagno d'acqua? Le conserve a bagnomaria sono adatte a cibi ad alta acidità con un pH di 4,6 o inferiore, tra cui la maggior parte della frutta, le marmellate, le gelatine e i sottaceti.
  2. Di quale attrezzatura ho bisogno per le conserve a bagnomaria? Sono necessari barattoli per conserve, un'inscatolatrice a bagnomaria, un imbuto per conserve, un sollevatore di barattoli, uno strumento per eliminare le bolle e lo spazio in testa e asciugamani da cucina.
  3. Posso riutilizzare i barattoli e i coperchi per le conserve? È possibile riutilizzare i barattoli, purché siano in buone condizioni e non presentino crepe o scheggiature. I coperchi, invece, non vanno mai riutilizzati.
  4. Quanto dura il cibo in scatola? Il cibo in scatola può durare fino a un anno o più se conservato correttamente in un luogo fresco e buio.
  5. Posso conservare a bagnomaria alimenti poco acidi come carne e verdure? No, gli alimenti a bassa acidità devono essere inscatolati a pressione per garantire la loro sicurezza. L'inscatolamento a bagnomaria è adatto solo per alimenti ad alta acidità con un pH di 4,6 o inferiore.

Lascia il tuo commento

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *