case multiple_piccole_insieme_su_un_campo_in_natura

Le case minuscole stanno spuntando in tutti i Paesi Bassi come soluzione alla crisi abitativa. Tuttavia, molti comuni considerano le case minuscole come abitazioni sperimentali o temporanee piuttosto che come un'opzione abitativa permanente. È qui che entrano in gioco i progetti di tiny house permanenti, in cui i residenti possono rimanere a tempo indeterminato. Questi progetti non solo offrono alloggi sostenibili ed economici, ma promuovono anche un senso di comunità.

Pioniere della casa piccola Marjolein Jonker si è recentemente trasferita nel quartiere ecologico di Olstergaard e si è data da fare per piantare alberi, arbusti e fiori. Lei e i suoi vicini stanno creando una bellissima comunità verde, ricca di specie autoctone, piante commestibili e biodiversità. Jonker ha vissuto per cinque anni in una casa minuscola ad Alkmaar e ha finalmente trovato un posto permanente da chiamare casa.

Secondo un sondaggio, un olandese su cinque è interessato a vivere in una tiny house e 29% degli affittuari sociali la prenderebbero in considerazione come opzione abitativa. Purtroppo, molti comuni non riconoscono le case minuscole come una forma abitativa valida, optando per soluzioni temporanee come gli alloggi flessibili.

Risolvere la crisi abitativa con progetti Tiny House permanenti

Jonker sostiene che per affrontare alla radice la crisi abitativa è necessario costruire case in base alla domanda, piuttosto che spingere per le opzioni più redditizie. Attualmente sono disponibili soprattutto case monofamiliari e appartamenti, e anche questi sono inaccessibili per molti. Un numero crescente di persone, di tutte le età, vorrebbe vivere in case piccole ed economiche con giardino. La diversificazione del mercato immobiliare è necessaria per aiutare le persone a trovare case adatte alle loro esigenze in ogni fase della vita.

Molti pensano che nei Paesi Bassi non ci sia spazio per le case minuscole. Tuttavia, Jonker ritiene che il modo in cui utilizziamo lo spazio sia una scelta. Nei Paesi Bassi c'è un allevamento intensivo di bestiame, che occupa molto spazio. E se quel terreno fosse usato per creare fattorie rigenerative, comprese le comunità di case minuscole? Sarebbe una situazione vantaggiosa per tutti.

Progetti Tiny House permanenti nei Paesi Bassi

I progetti di case minuscole permanenti stanno guadagnando popolarità nei Paesi Bassi e ogni anno ne vengono costruite altre. Ecco alcuni dei preferiti di Jonker:

  1. Tiny House Techum, Leeuwarden, Frisia: una comunità permanente con dieci piccole case. Il terreno è affittato ai residenti.
  2. Ecodorp Bolderburen, Almere: una comunità incentrata sulla sostenibilità e sulla "hygge" svedese. Ci sono case minuscole permanenti su un campo di 4000 metri quadrati.
  3. Tiny House Progetto Falgatuinen, Den Helder: un progetto di affitto in cui i residenti possono affittare un terreno di circa 600 metri quadrati per circa 200 euro al mese.
  4. CPO De Kleine Vos, Texel: un progetto con sei piccole case vicino a Den Burg.
  5. Kalterbroeken, Drenthe: una comunità con otto microcase permanenti. I residenti hanno potuto acquistare un lotto di terreno per 32.000 euro.

L'inserimento di case minuscole in quartieri nuovi ed esistenti è possibile e vantaggioso per la creazione di comunità sostenibili. I progetti di case minuscole permanenti forniscono una soluzione pratica alla crisi abitativa, promuovendo al contempo la costruzione di comunità e la sostenibilità ambientale.

Lascia il tuo commento

Il vostro indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *