La lavorazione conservativa del terreno è una pratica agricola che riduce al minimo la perturbazione del suolo mantenendo i residui colturali in superficie. È un'alternativa alla lavorazione convenzionale, che prevede l'aratura e la lavorazione del terreno per preparare la semina. La lavorazione conservativa del terreno può contribuire a migliorare la salute del suolo, a ridurre l'erosione e ad aumentare la ritenzione di acqua e nutrienti. In questo articolo...